Lavaggio impianto riscaldamento: perché bisogna farlo

Tra gli adempimenti di manutenzione necessari per chi ha una caldaia rientra il lavaggio impianto riscaldamento, operazione che viene proposta e caldamente consigliata dagli stessi tecnici esperti del settore. Si tratta di un intervento per lo più facoltativo ma in alcuni casi obbligatorio, particolarmente necessario soprattutto per i vecchi impianti. Il lavaggio impianto di riscaldamento è associato spesso alla sostituzione caldaia, che nel corso del tempo viene corrosa dal continuo ricircolo della stessa acqua, producendo depositi calcarei, ma anche residui e scorie di ossidazione, motivo per cui diviene indispensabile ricorrere al lavaggio impianto riscaldamento per ripristinare le funzionalità originarie del sistema riscaldante.

Lavaggio impianto riscaldamento, come funziona

Come funziona il lavaggio impianto termosifoni e caldaie in genere? I tecnici manutentori esperti utilizzano una pompa attraverso la quale viene immessa nell’impianto dove circola l’acqua una sostanza acida piuttosto aggressiva, che depura da tutte le sostanza calcaree ivi presenti. Dopo l’azione di tale additivo chimico nell’acqua, si procede con il risciacquo facendo passare acqua pulita e contestualmente scaricando via tutto quanto si è depositato durante il lavaggio termosifoni, ovvero detriti, materiali ferrosi e quant’altro riscontrato. Terminata questa fase di lavaggio impianto riscaldamento si effettua il trattamento chimico di condizionamento dell’impianto, che necessita di un tempo variabile di azione in base al tipo di sistema riscaldante presente nell’abitazione.

Quali sono i vantaggi del lavaggio impianto riscaldamento? L’intervento di pulizia consente in prima istanza come abbiamo detto di eliminare incrostazioni, sporcizia e tutti gli accumuli presenti nelle tubazioni e nei termosifoni, ma comporta ulteriori miglioramenti del sistema, ad esempio una distribuzione di calore più uniforme. Ma il lavaggio dell’impianto assicura anche un maggiore risparmio sui consumi energetici migliorando l’efficienza di funzionamento, e contestualmente viene a ridursi anche il rischio di guasti e rotture, garantendo in ultimo una maggiore longevità complessiva dell’impianto.

Lavaggio impianto riscaldamento obbligatorio

La normativa vigente, ovvero il Decreto Legge 192/2005 divenuto obbligatorio con l’attuazione del Decreto del Presidente della Repubblica del 2009, prescrive i casi in cui il lavaggio impianto riscaldamento è obbligatorio, ovvero in caso di sostituzione della caldaia tradizionale con un sistema a condensazione, ed anche nel momento in cui si opera una ristrutturazione dell’impianto di riscaldamento stesso.

Il lavaggio dell’impianto di riscaldamento risulta invece facoltativo, ma comunque consigliato dagli addetti ai lavori almeno una volta ogni 6-8 anni, quando si avvertono determinati segnali di una riduzione dell’efficienza dell’impianto, quali ad esempio:

• Aumento delle tempistiche necessarie per raggiungere la temperatura fissata

• Riscaldamento diseguale nelle varie stanze

• Radiatori che rimangono freddi anche a riscaldamento aperto, soprattutto nella parte inferiore

• Maggiore rumorosità in fase di riscaldamento

Costo sostituzione caldaia e lavaggio

Poiché la sostituzione dalla caldaia si accompagna, se non in maniera obbligatoria, comunque quasi sempre al lavaggio impianto riscaldamento, l’utente può affrontare una spesa singola per entrambi i lavori, rendendo quindi l’operazione estremamente conveniente anche dal punto di vista economico. Singolarmente il costo del lavaggio impianto varia dai 150 ai 350 euro, a seconda della zona d’Italia in cui ci si trova, alla disposizione dell’impianto e all’estensione dell’abitazione, tuttavia la spesa affrontata comporta un risparmio energetico e di conseguenza anche economico che ha un impatto nel medio e lungo periodo ammortizzando l’esborso. Naturalmente anche i prodotti chimici utilizzati arrivano ad incidere sul costo finale dell’operazione di lavaggio, insieme alla manodopera e all’apparecchiatura, ma il miglioramento è significativo soprattutto se si ha a che fare con un impianto molto sporco.

Gli analisti del settore hanno calcolato una media di 150 euro l’anno in bolletta che vengono risparmiati rendendo più efficiente l’impianto, senza contare che la spesa sostituzione + lavaggio potrebbe rientrare nel cosiddetto ecobonus che comporta una detrazione fiscale per tutti gli interventi di efficientamento energetico.

Blog

Visita il nostro blog